• SCHEGGE DI VANGELO

Vivere le beatitudini

Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi. (Mt 5,1-12)

Vangelo

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:

«Beati i poveri in spirito,

perché di essi è il regno dei cieli.

Beati quelli che sono nel pianto,

perché saranno consolati.

Beati i miti,

perché avranno in eredità la terra.

Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,

perché saranno saziati.

Beati i misericordiosi,

perché troveranno misericordia.

Beati i puri di cuore,

perché vedranno Dio.

Beati gli operatori di pace,

perché saranno chiamati figli di Dio.

Beati i perseguitati per la giustizia,

perché di essi è il regno dei cieli.

Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi». (Mt 5,1-12)

Qualcuno ha fatto notare che Gesù vede le folle, sale sul monte e parla ‘solo’ ai discepoli. Gesù dice cose di un’altra sapienza e apre la via di un’altra felicità. Si possono commentare e spiegare le beatitudini? Certo è possibile sperimentarle. Quando ci si fida di Gesù, lo si ascolta e si prova a vivere come dice Lui e come Lui vive, allora spunta un nuovo modo di guardare, amare, lavorare, vivere. Si viene introdotti a una verifica reale della beatitudine annunciata, la si prova nel presente e se ne attende il compimento per il futuro. Il tutto nella pazienza del tempo e in comunione con i fratelli.

Dona Ora