Saint Germaine Cousin by Ermes Dovico
SCHEGGE DI VANGELO

Un amore solo

«Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Ma Gesù gli rispose: «Seguimi, e lascia che i morti seppelliscano i loro morti». Mt 8,18-22

Gospel Pearls 01_07_2013

Vedendo la folla attorno a sé, Gesù ordinò di passare all’altra riva. Allora uno scriba si avvicinò e gli disse: «Maestro, ti seguirò dovunque tu vada». Gli rispose Gesù: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo». E un altro dei suoi discepoli gli disse: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Ma Gesù gli rispose: «Seguimi, e lascia che i morti seppelliscano i loro morti». Mt 8,18-22

C’è un amore solo. Non si può disperdere la vita per mille amori. Gesù sembra scappare dall’assalto della gente, come per evitarne l’approccio facile e interessato. Lo dimostra chiedendo condizioni precise a chi vuole seguirlo. L’unico amore è così grande da raccogliere in sé tutti gli amori, purificandoli ed esaltandoli. L’unico amore è Lui. Il tesoro della vita è Lui. Come fa Gesù ad avere una pretesa simile? Chi è veramente questo Gesù che domanda tutto? Eppure, la sua non è una pretesa, quanto piuttosto una risposta al cuore dell’uomo. Siamo noi ad avere bisogno di un unico amore, per la verità della nostra persona. Siamo fatti per un amore infinito, pieno, totale, verso il quale convergono tutti gli altri amori. Gesù lo sa e ci sospinge verso la sua stessa persona.