• SCHEGGE DI VANGELO

Servi inutili

Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”. Lc 17,7-10

Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà, quando rientra dal campo: “Vieni subito e mettiti a tavola”? Non gli dirà piuttosto: “Prepara da mangiare, stringiti le vesti ai fianchi e servimi, finché avrò mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai tu”? Avrà forse gratitudine verso quel servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti? Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”. Lc 17,7-10 

È facile considerarsi servi inutili? Non ci dovrebbe essere nessuna gloria nel compiere il proprio dovere. E inoltre è presuntuoso e inutile mettersi a fare la conta del bene compiuto. Nulla di quello che facciamo, basta da solo. Non arriva a produrre il bene, se non è all’opera il Signore, la sua grazia che precede, accompagna e segue. Chi può convertire il cuore, chi può convincere la mente, chi può domandare la sequela di un’altra persona? Solo Dio ne è capace, solo Dio la merita, e in Lui solo il cuore umano trova compimento. Conviene dunque compiere con umiltà e pace quello che siamo chiamati a fare, domandando al Signore di portare a compimento l’opera che ha iniziato. Scoprirsi servi inutili, ma servi di Cristo e per Cristo, rende lieti e fiduciosi.

Dona Ora