• SCHEGGE DI VANGELO

Bambini

«In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». Mc 10,13-16

Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro. Mc 10,13-16

Non è solo una bella scena sentimentale: Gesù in mezzo ai bambini. Gesù ci propone di accogliere il regno di Dio come lo accoglie un bambino. Cioè come? Rispondendo con semplicità all’attrattiva del bello e del bene. Gli occhi di un bambino che si guarda attorno alla scoperta di tutto ciò che lo circonda; le mani protese a toccare e afferrare; il sorriso di fronte al bello: tutto svela un atteggiamento di apertura e di accoglienza. La posizione del bambino è la posizione primordiale dell’uomo di fronte alla vita. Chi ha l’animo di un bambino, sente le mani di Gesù che lo benedicono e non può sottrarsi di fronte al ‘Regno di Dio’, cioè di fronte alla bellezza e alla felicità che il Signore promette e dona.

Dona Ora